// archives

Archive for ottobre, 2013

Il terapeuta nella relazione col narcisista

  Il Terapeuta può attivare questi schemi quando lavora con narcisisti: deprivazione emotiva: se non si sente capito, compreso dal paziente inadeguatezza: quando non si sente adeguato, amato sfiducia / abuso: se si sente attaccato o manipolato insuccesso: quando si sente non sufficientemente bravo o capace sul lavoro sottomissione o autosacrificio: se cede di fronte […]

IL NARCISISTA NELLE RELAZIONI INTIME

    Il paziente utilizza la relazione per sentirsi speciale, per sentire che l’altro abbia bisogno di lui.   I partner si lamentano che i Narcisisti non provino empatia: alcuni studi sostengono che non possano proprio provarla, mentre Behary crede che possano provarla ma che farlo per loro sia complicato perché spendono tanta energia per […]

Obiettivi e ostacoli nella terapia del disturbo narcisistico di personalità

  OBIETTIVI DELLA TERAPIA Insegnare all’Adulto sano a: aiutare il Bambino a sentirsi accudito e compreso, attraverso la relazione terapeutica: viene dedicato tanto tempo a ciò che accade tra il terapeuta e il paziente, perché molto di quello accade in Terapia è ciò che accade nella relazione con gli altri confrontare e affrontare gli altri […]

Origini, schemi e mode del Disturbo Narcisistico di Personalità

  ORIGINI DEL DISTURBO NARCISISTICO DI PERSONALITA’ Bisogni non soddisfatti Nell’infanza del Narcisista fragile non sono stati soddisfatti alcuni dei seguenti bisogni: amore e attenzioni incondizionati (v. Bowlby) sostegno, accudimento, affezione accettazione e approvazione: il bambino ha bisogno di essere accettato per come è, non per quello che fa empatia e comprensione: non gli veniva […]

Disarmare il narcisista

LA TERAPIA DEL DISTURBO NARCISISTICO IN 8 PUNTI far sentire a proprio agio il paziente ad es. attraverso interventi di apertura con notizie di sé modellanti apertura e vulnerabilità parlare al paziente in termini di attività cerebrale contribuisce a depatologizzarlo: es. spiegare al paziente che risponde con ostilità a interventi empatici che lo fa perché […]