// archives

Archive for dicembre, 2013

La terapia del perdono

Non si può imporre a un paziente la terapia del perdono, ma gliela si può proporre come un’esperienza di uscita dalla sofferenza; si può anche non parlare di perdono, ma di necessità di  di fare pace col passato, di “abbandonare ogni speranza di un passato migliore”. La terapia del perdono si può appplicare nel: Disturbo […]

Le reazioni alle offese e ai torti

La clinica del perdono prevede prima il riconoscimento dell’offesa e dei sentimenti vissuti. Un’offesa è caratterizzata dai seguenti elementi:  ingiustizia e immoralità: l’atto viola norme oggettive o soggettive, per cui l’offensore avrebbe DOVUTO comportarsi diversamente intenzionalità e deliberazione: l’offensore avrebbe POTUTO comportarsi diversamente persistenza della sofferenza nella vittima. Le reazioni comuni alle offese sonodal punto […]

Il perdono in psicologia

Dal punto di vista psicologico, non ci offese in assoluto imperdonabili, ma ci sono alcune offese o torti che le persone ritengono moralmente imperdonabili. In psicologia si può perdonare anche chi non c’è più e quindi non ha chiesto perdono, si può perdonare anche dopo la morte. Cosa non è il perdono:   Riconciliazione. Perdono […]

UTT – Unità per il Trattamento del Trauma

Il Centro Clinico De Sanctis e la S.I.Psi. (Società Italiana Psicologia e Psichiatria) organizzano sabato 25 gennaio 2014 a Roma il convegno “UTT – UNITA’ PER IL TRATTAMENTO DEL TRAUMA. Nuovi approcci per il trauma. Integrazione fra la terapia cognitivo – evoluzionista, l’EMDR e la psicoterapia sensomotoria”. La sede del corso è la sede dell’UNICEF […]

Il perdono di sé nella terapia del Disturbo Ossessivo – Compulsivo

Al convegno “Teoria e clinica del Perdono”, il dr. Angelo Saliani ha esposto i risultati di una ricerca condotta da egli stesso, Cosentino, D’Olimpio, Perdighe, Romano e Mancini nel 2011 sul perdono di sè nel Disturbo Ossessivo – Complessivo (DOC). Il gruppo della Scuola di Psicoterapia di Roma e della II Università di Napoli è […]

Le tecniche di addestramento attenzionale (ATT)

Wells suggerisce 7 tecniche per l’interruzione del CAS (Sindrome Cognitivo – Attentiva): ATT: tecniche di addestramento attenzionale mindfullness distaccata esposizione scoperta metacognitivamente dialogo socratico metacognitivo concettualizzazione del caso metacognitiva rifocalizzazione attenzionale situazionale posticipare rimuginio / ruminazione Soffermandoci in particolare sulla prima, lo scopo è lo spostamento del focus sull’esterno, dal momento che nel monitoraggio del […]