Pin It
//
you're reading...

terapia metacognitiva

Il CAS (Sindrome Cognitivo – Attentiva)

Il CAS (sindrome Cognitivo – Attentiva) emerge da metacognizioni che possono essere:

– positive (in cui il soggetto è convinto di trarre vantaggi dal controllare il pensiero):

  1. il rimuginare aiuta ad affrontare le situazioni
  2. focalizzarsi sulla minaccia aiuta a esser preparati ad affrontarla

  3. controllare i pensieri serve a evitare di diventare matti

  4. preoccuparsi riguardo alla salute della famiglia mantiene la famiglia al sicuro (nel Disturbo d’Ansia Generalizzato)

    – negative:

    1. la mia preoccupazione è incontrollabile

    2. quello che penso significa che sono una cattiva persona

    3. i miei pensieri possono danneggiarmi.

                            IMPLICAZIONI NEL TRATTAMENTO

 La terapia metacognitiva ha lo scopo di:

 

  • rimuovere il CAS (Sindrome Cognitivo – Attentiva): scoprire e rimuovere i processi paradossali di pensiero

  • modificare le convinzioni metacognitive, il che non significa sfidare i pensieri irrazionali negativi

 Il cambiamento metacognitivo può essere:

 

  1. esperienziale: cambiamento nella conoscenza procedurale: sviluppo di nuove abilità, di una nuova conoscenza sul “come fare”, come interrompere il CAS, come fare nuove scelte e come avere un’attenzione flessibile per acquisire strategie di controllo esescutivo, per aumentare la flessibilità di pensiero e per regolare il pensiero in modo diverso

  2. basato su informazioni: cambiamento nella conoscenza dichiarativa attraverso nuove conoscenze sui pensieri, la sfida delle convinzioni metacognitive.

Il paziente cercherà di portare il terapeuta sul livello cognitivo e sul contenuto, mentre il terapeuta si dovrà spostare sul livello metacognitio e sul processo.foto albi creta-sicilia 2013 1128