Pin It
//
you're reading...

disturbo alimentare

Epidemiologia dei disturbi alimentari

ohanianI disturbi alimentari sono diffusi soprattutto tra le donne: infatti, la prevalenza nel corso della vita è dell’1% tra le femmine e meno dello 0,5% tra i maschi per quanto riguarda l’anoressia, del 2% tra le donne e dello 0,5% tra gli uomini per la bulimia, del 3,5% tra le femmine e del 2% tra i maschi per il binge eating disorder (BED) o disturbo da alimentazione incontrollata.
Tra le persone che soffrono di un disturbo alimentare, il 10% è affetto da anoressia, il 40% da bulimia e il 50% da BED o disturbi dell’alimentazione non altrimenti specificati.
L’anoressia è quindi meno diffusa e tende a comparire prima rispetto agli altri disturbi: di solito si manifesta all’inizio o a metà dell’adolescenza, mentre bulimia e BED si manifestano nella tarda adolescenza o nella prima età adulta o ancora dopo.
I disturbi alimentari si presentano raramente da soli: vi è una comorbidità del 93% con disturbi dell’asse I, soprattutto disturbi dell’umore o d’ansia (in particolare fobia sociale) e disturbi da abuso o dipendenza da sostanze, e del 69% con disturbi dell’asse II, in particolare col Disturbo Borderline di personalità per la bulimia e per l’anoressia del tipo con abbuffate e condotte di eliminazione, col Disturbo Evitante per tutti i disturbi alimentari e soprattutto l’anoressia, col Disturbo Ossessivo – Compulsivo per l’anoressia e il BED.
Sottoposte a terapia individuale, le persone affette da Anoressia ottengono un buon recupero nel 40% dei casi (con un 70% di riduzione dei sintomi) e un recupero parziale nel 40% dei casi, mentre un 20% rimane cronico. Purtroppo l’anoressia ha il più elevato tasso di mortalità rispetto a qualsiasi altro disturbo psichiatrico: il 20% dei soggetti muore prematuramente a causa di complicazioni mediche o di suicidi.
Bulimia e Binge Eating Disorder sottoposti a terapia presentano percentuali di guarigione simili ma più elevate: il 45% delle persone affette da Bulimia guarisce totalmente, il 27% migliora considerevolmente mentre il 23% rimane cronico e uno 0,32% purtroppo muore; circa il 50% di chi soffre di BED guarisce completamente.
Il rischio di ricadute per i Disturbi Alimentari è elevato (circa il 41%), soprattutto nella prima fase successiva alla fine del trattamento (tra i 4 e i 9 mesi successivi) e soprattutto per quanto riguarda l’Anoressia con Abbuffate / Condotte di eliminazione.